big_1
English
Deutsch
Italiano
15/03/2016, 06:56



Turandot,-principessa-falena


 Turandot (pronuncia: turanˈdɔt) è un’opera in 3 atti e 5 quadri, su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, lasciata incompiuta da Giacomo Puccini e successivamente completata da Franco Alfano, uno dei suoi allievi.



Turandot potrebbe essere farfalla e invece è una falena, scura e sinistra, che si muove solo di notte e che ancora non riesce a staccarsi dal suo bozzolo. L’umanità irrompe con l’arrivo di Calaf, suo padre Timur e la schiava Liù; sono normali, portano il senso positivo di umanità, di movimento, d’azione. Liù è la salvezza, colei che veramente porta l’amore, è la guida del vecchio Timur. Questo sentimento permette lo scioglimento, e scenicamente il dissolversi dei bozzoli in scie di colori.
Anche Turandot, prima stretta da fasce e drappi, si svolge, rivelando un animo colorato, il cuore della farfalla. Così il coro della platea può a sua volta esplodere, come un campo di fiori o farfalle. Finalmente possono tornare di nuovo ragazzi.


1
Casa del Teatro
P.zza Teofilo Folengo, 3 - 46100 Mantova
info@casadelteatro.it
G
ianluca Tirimbò
3669703901
Create a website